AUTODICHIARAZIONE – COVID

Come compilare l’autocertificazione:   Il modulo dovrà essere compilato ogni volta che si esce e dovrà essere consegnato alle forze dell’ordine, che potranno effettuare eventuali controlli successivi.

Come compilare l’autocertificazione:  

Il modulo dovrà essere compilato ogni volta che si esce e dovrà essere consegnato alle forze dell’ordine, che potranno effettuare eventuali controlli successivi.

Nel compilare il modulo, occorre sempre indicare/barrare con precisione se si tratta di:

– comprovate esigenze lavorative;
– motivi di salute;
– o altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai dpcm o da ordinanze regionali. Per tali “altri motivi ammessi” si intendono le ragioni per le quali rientrano (come già nei mesi di marzo, aprile e maggio) casi di necessità tra cui il rientro al domicilio, ovvero urgenze di qualsiasi tipo, non procrastinabili.

Con il termine “comprovate” si deve intendere la circostanza per la quale – se le forze dell’ordine lo richiedessero – il dichiarante deve dimostrare il fatto, mostrando ad esempio il tesserino, la busta paga, il contratto o una dichiarazione da parte del datore di lavoro.

Dopo di che, il luogo di partenza e destinazione (da ….a ….), i validi motivi per lo spostamento ed, infine, data e firma.

Che succede se non si ha l’autocertificazione con sé?
Il documento in bianco potrà essere rilasciato direttamente dalle forze dell’ordine in occasione dei controlli a campione.
Il cittadino potrà richiedere il modulo dichiarando di volerlo compilare.

Attenzione alla falsa autocertificazione!
Chi dichiara il falso inserendo dati anagrafici /informazioni/circostanze mendaci rischia la denuncia per falsa dichiarazione o attestazione a pubblico ufficiale ex articolo 495 codice penale, con la reclusione da 1 a 6 anni e multa da 400 a mille euro.

Scarica il modulo.

Ultimo aggiornamento

16 Novembre 2020, 15:48